Webmaster SerGiotto O COMETA Edizioni Musicali C
CMT10037          
Original music never published before
TRACKS: 16 LENGHT:  44’00” YEAR: 1980 FORMAT CD PRICE € 17,95
Carlo   Pes      chitarrista,   compositore   e   arrangiatore,   scomparve   nell'anno   1999   all’età   di   72   anni.   Il   Maestro,   esordì   nel   1945   in   un   complesso   jazz suonando   la   chitarra   insieme   a   Enrico   Simonetti   e   Bruno   Martino,   poi   successivamente   con   grandi   nomi   come   Lionel   Hampton,   Stan   Getz, Django Reinhardt, Toots Thielemans e Don Byas. Alla   fine   degli   anni   '50,   Carlo   Pes   entrato   nell'Orchestra   della   Rai,   formò   il   complesso   dei   Marc   4   e   con   Maurizio   Majorana   al   basso, Antonello Vannucchi alle tastiere e Roberto Podio alla batteria, incise moltissime colonne sonore di film italiani negli anni '60 e '70. A   metà   degli   anni   '70,   Carlo   Pes   andò   negli   USA   e   suonò   al   fianco   dei   musicisti   più   famosi   dell'epoca   quali   Toots   Thielemans,   Stéphane Grappelli, Chet Baker  e  Joe Pass. Nella   formazione   professionale   del   Maestro,   quel   periodo   ebbe   molta   influenza   perchè,   collaborando   con   i   più   importanti   nomi   della   musica internazionale   e   in   particolare   con   i   musicisti   jazz   americani,   imparò   a   sfrondare   la   partitura   musicale   degli   inutili   e   fuorvianti   leziosismi   ottenendo, così, il risultato di far risaltare l'impianto armonico-melodico dei suoi elaborati musicali.  L'intenso   lavoro   sull'estetica   musicale,   si   riscontra   infatti   in   tutti   i   brani   che   il   maestro   compose   negli   anni   settanta   e   particolarmente   in questo   suo   “FIRST   LOOK”.   Stupefacente   è   la   freschezza   sorprendente   delle   composizioni   sia   per   chi   li   ascolta   che   per   gli   stessi   musicisti   che, quasi certamente, li hanno eseguiti praticamente “A PRIMA VISTA”. Ritornato   in   Italia,   Carlo   Pes   scrisse   canzoni   per   Mina,   Carmen   Villani,   Paul Anka,   José   Feliciano,   i   Ricchi   e   Poveri,   Franco   Califano:   la   sua musica   più   famosa   però   resta   “Il   Mondo”,   che   fù   cantata   da   Jimmy   Fontana   ed   ebbe   un   grande   successo   internazionale   e   nel   1971   compose   e presentò “Che sarà” al Festival di Sanremo.  Nel   1973,   il   Maestro   compose   anche   le   musiche   per      Mina,   con   i   testi   di   Franco   Califano,   contenute   nell'album   “Amanti   di   valore”   e   negli anni '80 Carlo Pes formò il Sestetto Swing di Roma. Sotto   la   guida   attenta   e   composta   dell'eclettico   compositore   e   direttore   Carlo   Pes,   i   brani   di   questo   CD   risultano   molto   gradevoli   per l'immediatezza,   la   raffinatezza   e   la   sapienza   profonda   della   prassi   esecutiva   e   nonostante   siano   passati   tanti   anni   dalla   loro   registrazione,   queste musiche   sono   state   sapientemente   restaurate   dall'ingegnere   del   suono   Sergio   Viscardi,   il   quale,   con   la   sua   professionalità   ha   saputo   restituire l'esatta inconfondibile realtà sonora analogica del periodo. Tutti   i   16   brani   contenuti   in   questo   cd,   sono   stati   eseguiti   esclusivamente   da   un   quartetto   composto   da   :   chitarra   elettrica,   basso   elettrico, pianoforte   e   batteria   e   ogni   brano   è   una   perla   rara   che   unita   alle   altre   restituisce   al   cd,   un   unicum   di   originaria   bellezza   ed   ecletticità   passando   da un   raffinato   brano   prettamente   jazzistico   ad   uno   in   stile   bachiano,   da   una   chanson   ad   un   rock   lento,   da   una   bossanova   ad   un   brano   di   musica quasi sperimentale senza uscire mai dai parametri di una eleganza senza tempo.
Carlo   Pes,   guitarist,   composer   and   arranger,      disappeared   in   1999   at   the   age of 72 years. The   Master,   began   in   1945   in   a   jazz   band   playing   guitar   with   Enrico   Simonetti and   Bruno   Martino,   then   after   with   big   names   like   Lionel   Hampton,   Stan   Getz, Django Reinhardt, Toots Thielemans and Don Byas. At   the   end   of   the   '50s,   Carlo   Pes,   entered   in   the   Orchestra   of   RAI,   formed      a band    named    Marc    4    and    with    Maurizio    Majorana    on    bass,    Antonello Vannucchi    on    keyboards    and    Roberto    Podio    on    drums,    recorded    many soundtracks of Italian films in the '60s and 70s. In   the   mid-'70s,   Carlo   Pes   went   to   the   USA   and   played   with   the   most   famous musicians   of   the   time   such   as   Toots   Thielemans,   Stéphane   Grappelli,   Chet Baker and Joe Pass. In    the    training    of    the    Master,    that    time    had    a    lot    of    influence    because, collaborating   with   the   most   important   names   in   international   music   and   in particular   with   the American   jazz   musicians,   she   learned   to   prune   the   musical score   of   the   useless   and   misleading   notes   ,   such   to   obtein   a   good   harmonic- melodic music of his elaborate. The   intensive   work   on   the   aesthetics   of   music,   there   is,   in   fact,   in   all   the   songs that   he   composed   in   the   seventies   and   especially   in   this   his   "FIRST   LOOK". Amazing   is   the   surprising   freshness   of   the   compositions   for   both   the   listener and   for   the   same   musicians   that   would   almost   certainly   have   made   them virtually "AT FIRST SIGHT". Back   in   Italy,   Carlo   Pes   wrote   songs   for   Mina,   Carmen   Villani,   Paul Anka,   José Feliciano,   the   Richs   and   the   Poors,   Franco   Califano.The   most   famous   music, however,   remain   "The   World"   that   was   sung   by   Jimmy   Fontana   and   had   a great   international   success,   and   in   1971      composed   and   presented   "What   will be" at the Sanremo Festival. In   1973,   the   Master   also   composed   the   music   for   Mina,   with   texts   by   Franco Califano,   in   the   album   "Lovers   of   value"   and   in   the   80s,   Carlo   Pes   formed   the Swing Sextet in Rome. Under   the   careful   guidance   and   composed   by   the   eclectic   composer   and conductor    Carlo    Pes,    the    songs    on    this    CD    are    very    pleasing    to    the immediacy,   the   refinement   and   profound   knowledge   of   performance   practice, and   although   many   years   have   passed   from   registration   of   such   music,   this one   was   been   carefully   restored   by   the   sound   engineer   Sergio   Viscardi,   who, with   his   professionalism   has   been   able   to   return   the   exact   analog   sound unmistakable reality of the period. All   16   songs   on   this   CD   were   performed   by   a   quartet   consisting   of:   electric guitar,   electric   bass,   piano   and   drums,   and   every   song   is   a   rare   gem   and   in addiction   with   the   other   returns   give   to   the   CD,   a   unique   beauty   and   versatility of   the   original   moving   from   a   fine   to   a   song   purely   jazz   style   Bach,   a   chanson to   a   slow   rock,   bossa   nova   by   a   like   -   experimental   piece   of   music   without ever leaving the parameters of a timeless elegance.
Edizioni Musicali